Contattaci subito: 055 5387207
la chirurgia plastica estetica

Lipofilling Firenze – chirurgo plasticplasticoo dott Fabio Quercioli

Lipofilling correttivo

Richiedi informazioni

Post liposuzione

Correzione delle imperfezioni post liposuzione

Da quando è stata introdotta, una trentina di anni fa, la liposuzione è stata scelta da un numero sempre crescente di pazienti, fino a diventare, oggi,  uno degli interventi estetici maggiormente praticati nel mondo.
Con l’aumentare del numero degli interventi di liposuzione è cresciuta la quantità di pazienti che necessitano di correzioni, in quanto le zone operate possono presentare  irregolarità, cicatrici  e avvallamenti.
Questi inconvenienti, che si presentano generalmente su cosce, braccia o addome, possono essere dovuti semplicemente all’accentuazione di inestetismi preesistenti o a cellulite o ancora a prelievi di grasso eccessivi o altre manovre errate effettuate da chirurghi poco esperti.
Talvolta, le conseguenze di una liposuzione non ben eseguita non si limitano ai tessuti: intervenire sul volume di  cosce, fianchi e addome può  alterare le proporzioni del corpo, con un effetto estetico lontano da quello che si immaginava, così come  asportare troppo grasso dal  gluteo può avere un risultato estetico sgradevole, se questo assume una forma “piatta”.
Correggere questi  inconvenienti, ritrovare le corrette proporzioni e rotondità, è possibile con una o più sessioni di lipofilling, di durata variabile fra le due e le quattro ore, che prevedono una convalescenza di un paio di settimane, e comportano un po’ di fastidio e gonfiore nelle zone interessate sia dal prelievo che dall’impianto.

 

Cicatrici e tessuti molli

Correzione delle cicatrici

Grazie ai molti vantaggi che offre, il lipofilling per cicatrici è un prezioso aiuto anche nei casi di cicatrici dovute a gravi traumi o difetti genetici.
Le deformazioni congenite di testa e collo, o gli esiti di ferite dovute ad incidenti, morsicature di animali, acne, varicella, ustioni, interventi chirurgici demolitivi, radiazioni, iniezioni di farmaci tossici possono essere talvolta devastanti, in special modo se riguardano bambini o persone molto giovani.
L’iniezione di grasso autologo costituisce una soluzione molto appropriata in questi casi, perché può essere praticata in qualunque zona ve ne sia bisogno, per riempire depressioni, restituire simmetria al volto, favorire la guarigione di tessuti offesi anche grazie alla presenza delle cellule staminali.
Le potenzialità del trapianto di grasso autologo sono ancora in fase di studio, in particolar modo per ciò che riguarda la guarigione dei tessuti. È noto che la pelle danneggiata da ustioni, radiazioni, o che presenta cicatrici, tende a migliorare nel tempo nelle zone dove viene impiantato grasso autologo, divenendo progressivamente più spessa, soffice e sana nell’aspetto e nel colorito.
Almeno in parte, il grasso sembra favorire la guarigione della pelle danneggiata grazie all’elevata concentrazione di cellule staminali adulte, che, attivandosi nella creazione di una rete vascolare nel tessuto impiantato, forniscono ossigeno e sostanze nutritive a tutta l’area.

Lipofilling dei tessuti molli

Il grasso è una scelta eccellente quando ci si trova di fronte a difetti dei tessuti molli di gambe e braccia, perché può essere utilizzato per riempimenti di qualsiasi forma ed entità.
Oltre a ciò, la presenza di cellule staminali adulte nel grasso autologo consente di per sé un miglioramento della compattezza e del colorito della cute, in caso di cicatrici di ferite, interventi chirurgici, danni da incidenti,  ustioni, iniezioni di steroidi ed altri patek philippe replica eventi traumatici.
Il lipofilling può essere impiegato anche per aumentare il volume e migliorare la forma di una zona del corpo, come, ad esempio, l’avambraccio maschile, o il polpaccio.
Quando si tratta di interventi di piccola e media entità, i tempi di recupero dal lipofilling sono veramente brevi; i risultati sono apprezzabili già dopo una settimana dall’intervento, sebbene l’aspetto definitivo panerai replica della parte trattata si stabilizzi dopo 3-6 mesi, allo scomparire del gonfiore.